Obiettivi del progetto

Il progetto ha come obiettivo quello di mettere in atto iniziative volte alla tutela degli habitat prioritari della DIR. 92/43/CEE ricompresi nel territorio dell’AMP Capo Carbonara e per questo motivo ha un alto valore europeo. Il valore aggiunto del progetto risiede anche nel fatto che la sua strategia risponde ed attua la legislazione comunitaria e le linee guida europee in tal senso. Il progetto, infatti, effettuerà attività concrete di conservazione di siti Natura 2000 con habitat di interesse comunitario, in accordo alle prescrizioni della Direttiva Habitat con un’integrazione tra i vari settori e livelli dell’amministrazione (il nostro partenariato ne è un esempio), la partecipazione (incontri con stakeholders) e l’approccio basato sulla conoscenza.
Da non dimenticare due principi della politica ambientale europea che il progetto applica, ovvero il principio di prevenzione e il principio di un’azione basata su dati scientifici, enunciati nel Trattato di Amsterdam e contenuti nel progetto di riforma di Trattato costituzionale Europeo.

Azione di sensibilizzazione realizzata con il progetto APQ

Azione di sensibilizzazione realizzata con il progetto APQ

Il progetto è proposto in attuazione dell’Articolo 4.2 e allegato II.1 del Regolamento comunitario LIFE+, che definisce uno degli obiettivi specifici di LIFE+ Natura e biodiversità “sostenere l’ulteriore sviluppo e attuazione della rete Natura 2000”.
Il progetto è in sintonia e si collega in particolare con il terzo obiettivo strategico di Horizon 2020, destinato ad affrontare le grandi sfide globali con particolare riferimento al cambiamento climatico.
Più in dettaglio, il presente progetto può fornire informazioni e risposte concrete in relazione a diverse attività previste nell’ambito del tema “FP-7 Environment”, come di seguito elencato: ENV.2012.6.1-1 – Seasonal-to-decadal climate predictions towards climate services, ENV.2012.6.1-3 – Strategies, costs and impacts of adaptation to climate change, ENV.2012.6.2-1 – Exploration of the operational potential
of the concepts of ecosystem services and natural capital to systematically inform sustainable land, water and urban management, ENV.2012.6.2-2 – Assessing global biological resources: the European contribution to the Global Earth Observation Biodiversity Observation Network (GEO BON), ENV.2011.2.1.4-1 – Potential of biodiversity and ecosystems for the mitigation of climate change,
ENV.2011.1.3.2-2 – Vulnerability and increased drought risk in Europe, ENV.2010.2.1.2-1 – Evaluation of effectiveness of economic instruments in integrated water policy, ENV.2009.2.1.2.1 – Water management and climate change impacts in the long-term perspective, ENV.2008.2.1.2.3. – Assessing the ecological status of water bodies, ENV.2007.2.1.2.1. – Assessing the Ecological Status of Water Bodies.
Il valore aggiunto deriva anche dalle attività di comunicazione e di scambi con altre iniziative LIFE + su habitat simili nei siti Natura 2000, queste permetteranno di raccogliere e diffondere maggiormente i risultati e le metodologie impiegate per la conservazione di habitat di interesse comunitario e di creare partnership e collegamenti tra cittadini europei di varie nazioni.
Per questi motivi riteniamo che il nostro progetto abbia un valore aggiunto europeo elevato.
Se il progetto non verrà realizzato continuerà il declino degli habitat, non verranno messe in pratica una serie di azioni che attuano in pratica gran parte del diritto europeo sull’ambiente a livello locale e si sarà persa un’occasione importante per sensibilizzare molti turisti e abitanti locali circa l’importanza di tali habitat che continueranno dunque a essere danneggiati.